Le Colline del Prosecco di Conegliano Valdobbiadene diventano Patrimonio Unesco

Le Colline del Prosecco di Conegliano Valdobbiadene in provincia di Treviso  diventano Patrimonio Unesco e fanno salire a 55 la quota dei siti italiani iscritti. La proclamazione è avvenuta il 7 luglio  a Baku (Azerbaigian), in occasione della 43° sessione del Comitato del Patrimonio mondiale Unesco.

Tra gli altri  “tesori” italiani  già iscritti nella Lista rappresentativa del patrimonio culturale immateriale dell’Unesco ricordiamo  l’Opera dei pupi (2008), il Canto a tenore (2008), la Dieta mediterranea (2010) l’Arte del violino a Cremona (2012), le macchine a spalla per la processione (2013) e la vite ad alberello di Pantelleria (2014), l’arte dei pizzaiuoli napoletani (2017).

 

 

Le Colline del Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene si inseriscono dunque tra i siti Unesco Patrimonio dell’Umanità e vanno ad aggiungersi alle 1.092 località di tutto il mondo già presenti nella lista, di cui il 47% si trovano in Europa e nel Nord America, il 23% in Asia e nel Pacifico, il 12 % in America Latina e nei Caraibi, l’8,7 % in Africa e il 7,6% nei Paesi Arabi. La Nazione con più Patrimoni dell’Umanità è l’Italia con 54, seguita dalla Cina con 53 e dalla Spagna con 47.

 

 

 

 

 

Ti piace questo articolo?

Condividi su facebook
Condividilo su Facebook
Condividi su twitter
Condividilo su Twitter
Condividi su linkedin
Condividilo su Linkdin
Condividi su whatsapp
Condividilo su Whatsapp

Spazio disponibile

Per la tua pubblicità in questo spazio contatta advertising@carlozucchetti.it

Ultimi articoli

Iscriviti alla Newsletter di Carlo Zucchetti