Pasqua in Toscana vuol dire cantine: enoturismo sempre più boom

Una Pasqua sempre più “enoturistica” in Toscana. Boom di visitatori, wine lovers e non solo, che per il fine settimana del 26-28 marzo 2016 sceglieranno la Toscana e in particolare le sue cantine. L’enoturismo, ormai, non è più soltanto un fenomeno, ma uno stile di viaggiare e di vivere il tempo libero in maniera diversa. E’ quanto emerge dall’analisi del Movimento Turismo del Vino Toscana sulla base delle tante iniziative che le aziende associate hanno programmato e proposto per l’occasione.

Il turismo legato al vino, soprattutto in Toscana, è ormai uno status che sempre più persone, italiani in particolare, scelgono per i momenti liberi e di vacanza – spiega il presidente del Mtv Toscana, Violante Gardini – perché le cantine sono legate in maniera forte non solo al prodotto stesso che diventa un appeal, ma al paesaggio, alle città d’arte, a un modo di vivere il tempo libero che è diventato un vero e proprio modello“.

Dal pranzo tradizionale al pic-nic in vigna, sono tante le opportunità per chi passerà il ponte pasquale in Toscana. In ogni territorio del vino, dalla Maremma a Montalcino, dal Chianti a Montepulciano, passando per Bolgheri e Carmignano, le cantine del Mtv Toscana si sono sbizzarrite nell’offrire attività particolari ai wine lovers.

Nel senese la Fattoria del Colle di Trequanda propone pacchetti tra degustazioni di vino e wellness con sosta nell’agriturismo aziendale. Alla Fattoria dei Barbi di Montalcino il Brunello si abbinerà al pranzo tradizionale di Pasqua, così come al Castello Banfi. A Col d’Orcia, sempre Montalcino, l’azienda ha programmato visite e degustazioni in cantina. Pranzo di Pasqua con il Chianti Classico è quello che propone Badia a Coltibuono a Gaiole in Chianti.

Ti piace questo articolo?

Condividi su facebook
Condividilo su Facebook
Condividi su twitter
Condividilo su Twitter
Condividi su linkedin
Condividilo su Linkdin
Condividi su whatsapp
Condividilo su Whatsapp

Iscriviti alla Newsletter di Carlo Zucchetti