fisar-vino è

Vinoè

by • 15 novembre 2017 • BereComments (0)

Secondo anno per Vinoè, l’evento targato Fisar che cerca, nel mare magnum di eventi, un’affermazione nazionale che vada oltre il regionale.
Forse, ma non soltanto per questo, quest’anno Fisar si è rinnovata, immettendo sul “mercato” della sommellerie il nuovo simbolo, più semplice, lineare e schietto (come da scheda tecnica).
A parere di chi vi scrive, pur se minimamente interessato dalla cosa, troppo simile a tante altre testate, associazioni o loghi. Per i puristi, o i tradizionalisti, invece, perde unpo’ di storicità, la banda tricolore scompare, così come il tastevin. Tante sono state le voci alzate e le critiche mosse, non tanto, o meglio, non solo per il logo, ma soprattutto per i modi che hanno portato alla scelta.
Lasciando le beghe interne ad un’associazione, che potrebbe e dovrebbe esser più coesa, veniamo all’evento, un grandioso evento.
La Leopolda ben si presta, con i suoi ambienti tutt’altro che freddi se ben occupati, a manifestazioni simili, e la Fisar con tutti gli staff delle delegazioni interessate si è rivelata davvero ben organizzata, e li ha riempiti di vino e passione.
Degustazioni guidate, show cooking e convegni si sono susseguiti nei due giorni di “Vinoè”. Un viavai di gente che ha reso pieni gli occhi di chi si è alternato ai banchi di assaggio delle oltre 110 aziende presenti con i propri vini.
Molte le eccellenze, e tanti gli esperti che si sono presentati sul palco degli incontri, tra gli altri Roberto Rabachino Presidente Nazionale dell’Associazione Stampa Agroalimentare Italiana.
E’ stato anche un’occasione per assegnare il premio di “Miglior Sommelier Fisar”, che quest’anno è andato ad Emanuele Costantini della delegazione Due Valli.
Vinoè (stato) tutto questo, unione e associazionismo possono portare a successi simili, l’importante è condividere.

About Riccardo Roselli

Classe 1984, romano e Romanista. Dopo la formazione universitaria si dedica al cibo e l’enogastronomia in generale. Ottenuta la qualifica professionale di Sommelier, un diploma di primo livello Onaf e un attestato professionale in una scuola di cucina, collabora con la Fisar in servizi, degustazioni ed eventi. Consulente in enoteche per carte dei vini e organizzazioni del food e beverage con ristoranti e catering, si diletta scrivendo articoli enogastronomici e organizzando eventi e piccole manifestazioni.

Pin It


Post Correlati

Lascia un commento

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, CONSULTA LA COOKIE POLICY. Cliccando sul pulsante \"Accetta i cookie\" acconsenti all’uso dei cookie. CONSULTA LA COOKIE POLICY | Accetto i cookie