marine_litter

Venezia si rifiuta!

by • 11 maggio 2018 • NotizieComments (0)

Eh sì, perchè da qui a tre anni la città ha detto stop alle nuove aperture dei take away. Un modo, questo per arrestare l’incredibile quantità di rifiuti che popolano le strade ed i canali. Luigi Brugnaro e la sua giunta stanno facendo di tutto per prevenire il degrado che invade la città. Solo a pochi giorni fa risale l’installazione di varchi per contingentare i turisti.
Oltre queste misure, ecologicamente necessarie, altre regole e paletti verranno imposti ai commercianti, a partire dalla pulizia di fronte alle proprie vetrine, che diverrà a carico dei commercianti stessi. Uno stop importante a sporcizia vagante e bivacco, un modo deciso di valorizzare una città d’arte per troppo tempo vittima di un turismo selvaggio.

About Riccardo Roselli

Classe 1984, romano e Romanista. Dopo la formazione universitaria si dedica al cibo e l’enogastronomia in generale. Ottenuta la qualifica professionale di Sommelier, un diploma di primo livello Onaf e un attestato professionale in una scuola di cucina, collabora con la Fisar in servizi, degustazioni ed eventi. Consulente in enoteche per carte dei vini e organizzazioni del food e beverage con ristoranti e catering, si diletta scrivendo articoli enogastronomici e organizzando eventi e piccole manifestazioni.

Lascia un commento

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, CONSULTA LA COOKIE POLICY. Cliccando sul pulsante \\\"Accetta i cookie\\\" acconsenti all’uso dei cookie. CONSULTA LA COOKIE POLICY | Accetto i cookie