olio_olivi_oliveti_uliveti

Olio, Veneto in controtendenza: la produzione aumenta del 30 per cento

by • 3 ottobre 2016 • NotizieComments (0)

Contrariamente alla tendenza nazionale, in Veneto si prevede un aumento della produzione di olio d’oliva. Mentre in Italia il calo è stimato al 38% e nel mondo al 9%, in Veneto Enzo Gabin, direttore di Aipo (Associazione Italiana Produttori Olivicoli), annuncia un aumento del 30%. Aipo è la maggiore associazione di Veneto, Trentino-Alto Adige e Friuli-Venezia Giulia, a cui aderiscono circa cinquemila imprese olivicole singole, cooperative e consorzi di produzione, lavorazione e trasformazione delle olive.

I dati Coldiretti, resi pubblici alcuni giorni fa in occasione della Giornata nazionale dell’extravergine italiano al Mandela Forum di Firenze, in Toscana, portano a prevedere un’aumento dei prezzi, che si farà sentire “soprattutto in Italia, dove i consumi d’olio di oliva a persona sono attorno ai 9,2 chili l’anno – spiegano da Coldiretti – I prezzi alla borsa merci di Bari, che è la più rappresentativa a livello nazionale, sono in significativo aumento, con un balzo nell’ultima settimana del 14% per l’extravergine rispetto all’inizio dell’anno

Fortunatamente in Veneto – commenta Gabin – dove lo scorso anno sono state prodotte 1761 tonnellate di olio, gli agricoltori non si sono fatti scoraggiare dalle avversità atmosferiche e dagli attacchi funginei alle piante dimostrando capacità imprenditoriali di alto livello e rispondendo con corrette strategie di difesa puntando ovviamente tutto sull’alta qualità“.

Pin It


Post Correlati

Lascia un commento

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, CONSULTA LA COOKIE POLICY. Cliccando sul pulsante \"Accetta i cookie\" acconsenti all’uso dei cookie. CONSULTA LA COOKIE POLICY | Accetto i cookie