IMG_20180523_104434-1

Mercato FIVI Roma, i vignaioli si fanno attori

by • 23 maggio 2018 • BereComments (0)

Location, location, location. Quante volte questo termine così inflazionato ha invaso gli articoli (compresi quelli di chi vi scrive sia ben chiaro), portando nulla o poco meno al contenuto del testo. Ecco, in questa occasione, mai come in questa, la sostituzione di questa parola è d’obbligo. Il PALCOSCENICO, della seconda edizione del mercato FIVI a Roma è stato il Teatro 10 all’interno della storica Cinecittà, da poco tornata di proprietà del MiBACT. Un palcoscenico, quindi, di grande impatto e suggestione in cui gli attori sono stati i Vignaioli con i frutti del loro sudato lavoro, i vini.

nor

Una scelta davvero importante quella degli Studios, che, come ha avuto modo di raccontare Luigi De Sanctis, consigliere FIVI e viticoltore di Frascati, richiama una territorialità quasi affettiva: Cinecittà per i romani come i vigneti per i vignaioli.
1800 metri quadri che hanno accolto le circa 200 aziende che hanno partecipato a questa edizione del Mercato del FIVI, e che hanno visto un susseguirsi di visitatori davvero importante.
Sforzo notevole a livello organizzativo, Daniele De Ventura, titolare di Simposio, Trionfo del gusto, ha lavorato su ogni dettaglio per rendere perfetta la due giorni del FIVI. Numerosi i carrelli messi a disposizione degli acquirenti che hanno voluto premiare i vignaioli acquistando del vino direttamente dai produttori. D’altronde, è proprio nel manifesto del FIVI, ogni passaggio della filiera è seguita direttamente dal produttore, e la vendita sugella al meglio tutto il lavoro che inizia in vigna.

Venendo alla degustazione, molte le novità e altrettante le conferme, i Vignaioli sorprendono sempre per qualità e l’impegno che mettono in un mercato (non quello del Fivi) sempre più saturo e di difficile esposizione. Piccoli vitigni, antichi o dimenticati. Vinificazioni particolari, etichette ricercate. In ogni corridoio e in ogni stand è stato possibile rimanere stupiti da vini o storie raccontate direttamente da chi vive e a volte subisce ogni passaggio, dalla vigna alla bottiglia. Anche il percorso studiato ed ipotizzato da De Ventura ha consentito ai visitatori di fare un viaggio attraverso il nostro territorio, così grande e variegato da abbracciare ogni tipologia di clima e terreno.

Qui di seguito alcuni degli assaggi che ci hanno stupito di più

IMG-20180519-WA0010

Azienda Biologica Trebotti con il suo nuovo Metodo Ancestrale

bty

Rocco di Carpeneto con le sue Barbera e qualche campione da vasca

IMG-20180519-WA0009

Azienda Agricola Casebianche ed il suo spumante La Matta

IMG-20180519-WA0008

Lodi Corazza con gli storici Pignoletti

bdr

Il Soave di Graziano Prà

Facebook

www.fivi.it
E-mail: info@fivi.it
Tel: 366 3898705

About Riccardo Roselli

Classe 1984, romano e Romanista. Dopo la formazione universitaria si dedica al cibo e l’enogastronomia in generale. Ottenuta la qualifica professionale di Sommelier, un diploma di primo livello Onaf e un attestato professionale in una scuola di cucina, collabora con la Fisar in servizi, degustazioni ed eventi. Consulente in enoteche per carte dei vini e organizzazioni del food e beverage con ristoranti e catering, si diletta scrivendo articoli enogastronomici e organizzando eventi e piccole manifestazioni.

Lascia un commento

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, CONSULTA LA COOKIE POLICY. Cliccando sul pulsante \\\"Accetta i cookie\\\" acconsenti all’uso dei cookie. CONSULTA LA COOKIE POLICY | Accetto i cookie