nizza

Il Nizza è finalmente D.O.C.G.

by • 13 febbraio 2019 • NotizieComments (0)

Un obiettivo raggiunto, finalmente, per un percorso iniziato nel 2014. Il Nizza è ufficialmente una D.O.C.G., dopo esser nata nel 2008, come una sottozona della Barbera d’Asti.
Quattordici sono i comuni atti a produrre vini, ricadenti in questa nuova denominazione, costituiti da Barbera in purezza. Filippo Mobrici, Presidente del Consorzio della Barbera d’Asti e vini del Monferrato, spiega che l’obiettivo è quello di arrivare sul mercato come una Barbera di qualità molto elevata, ed in quest’ottica si vanno a spiegare i disciplinari dalle regole considerevolmente rigide; 70 quintali per ettaro come resa massima ed invecchiamento tra i 18 e i 30 mesi in botte. Come spiegato poi da Gianni Bertolino, Presidente dell’associazione dei produttori del Nizza D.O.C.G., la qualità va ad intersecarsi con il fine ultimo di rappresentare in maniera ottimale il Monferrato nel mondo.

About Riccardo Roselli

Classe 1984, romano e Romanista. Dopo la formazione universitaria si dedica al cibo e l’enogastronomia in generale. Ottenuta la qualifica professionale di Sommelier, un diploma di primo livello Onaf e un attestato professionale in una scuola di cucina, collabora con la Fisar in servizi, degustazioni ed eventi. Consulente in enoteche per carte dei vini e organizzazioni del food e beverage con ristoranti e catering, si diletta scrivendo articoli enogastronomici e organizzando eventi e piccole manifestazioni.

Lascia un commento

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, CONSULTA LA COOKIE POLICY. Cliccando sul pulsante \\\"Accetta i cookie\\\" acconsenti all’uso dei cookie. CONSULTA LA COOKIE POLICY | Accetto i cookie