1BE6A0A1-F4CB-4A75-8E77-240351132DE1

Dazi: allarme Grana Padano e Parmigiano Reggiano per export Usa, a rischio 400mila forme

by • 15 ottobre 2019 • NotizieComments (0)

Brutte notizie per un’eccellenza del nostro made in Italy famosa in tutto il mondo: parliamo del Grana Padano e del Parmigiano Reggiano che, dopo l’annuncio dei dazi dichiarati dal Presidente Trump, rischiano l’azzeramento delle oltre 400.000 forme che ogni anno vengono esportate negli Stati Uniti. Preoccupazione e perplessità nelle parole di Stefano Berni, direttore generale del Consorzio Grana padano, che lancia l’allarme per cercare di fronteggiare la decisione della Wto, l’organizzazione mondiale del commercio, che ha autorizzato gli Stati Uniti a porre dazi su prodotti dell’Unione europea per compensare il danno subito da Boeing per i finanziamenti europei ad Airbus: “ Questa decisione si tradurrebbe in un grandissimo regalo di Trump ai produttori di ‘fake’ statunitensi. In altre parole, verrebbe usato lo strumento dei dazi, autorizzato dal Wto, per un generoso regalo ai ‘copioni’ americani delle nostre pregiate Dop casearie. L’effetto in Italia di questo provvedimento, che viene annunciato come imminente, sarebbe devastante perché quelle 400.000 forme di Parmigiano Reggiano e Grana Padano, senza più sbocco in America, peserebbero tremendamente sugli altri mercati, a cominciare da quello italiano. Oggi circa il 40% del nostro latte è trasformato in Grana Padano e Parmigiano Reggiano e i prezzi dei due prodotti condizionano, anzi trascinano, tutto il prezzo del latte italiano anche quello a destinazioni diverse, per cui il danno al sistema lattiero caseario italiano sarebbe cospicuo. Il nostro appello – spiega ancora Berni – è rivolto soprattutto ai rappresentanti del Governo, ai parlamentari nazionali e a quelli di Bruxelles che hanno ancora tempo per intervenire”. Se i dazi dovessero effettivamente essere confermati, gli allevatori sono pronti a scendere in piazza per manifestare e di questo ne è fermamente convinto lo stesso Berni: “Siamo certi che  nella protesta si unirebbero a noi moltissimi allevatori italiani, che vedrebbero il loro futuro a rischio se i mega-dazi annunciati ad inizio estate azzerassero l’export di Grana Padano e Parmigiano Reggiano negli Usa”. L’entrata in vigore dei dazi comporterebbe un notevole aumento dei prezzi, con un conseguente calo delle esportazioni: i prodotti lattiero-caseari aumenteranno a 6 dollari/chilo (adesso costano 2,15 dollari/chilo). Ciò significa che il consumatore finale dovrà pagare 45 dollari/chilo contro i 40 dollari/chilo attuali, con una diminuzione dei consumi. Stime che se confermate produrranno un  danno economico per tutto il rispettivo settore italiano che nonostante l’annuncio dei dazi da parte di Trump, avvenuto il 4 ottobre, ha segnato il +220 % di vendite di Parmigiano Reggiano e Grana Padano ( Fonte dati Coldiretti) sia da parte dei consumatori che dei ristoratori statunitensi.

Lascia un commento

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, CONSULTA LA COOKIE POLICY. Cliccando sul pulsante \\\"Accetta i cookie\\\" acconsenti all’uso dei cookie. CONSULTA LA COOKIE POLICY | Accetto i cookie